Close
Verrai a vedere le Corse?

21 luglio 2016

Gli Ussari

La leggenda narra che nell’800 un Capitano degli Ussari Francesi, mandato a svolgere servizio a Ronciglione in difesa dello Stato Pontificio, si innamorò di una gentil dama e per pavoneggiarsi dinanzi ai suoi occhi sfilò più volte alla testa dei suoi dragoni, dando così origine alla Cavalcata degli Ussari. Un c1960125_615186095228736_1768924025_narosello di cavalieri evasi dalla storia, gamma fantasiosa e rievocatrice di colore d’altri tempi. Scorta d’onore delle Corse a Vuoto e del Carnevale, questa sfilata ha origini antichissime ed ha sempre accompagnato queste due importanti manifestazioni nella città di Ronciglione. La prima notizia documentata degli Ussari è datata 1901, col Capitano Giuseppe De Santi Gentili a guidare la sfilata nelle foto dell’Archivio Comunale di Ronciglione: “un picchetto di Ussari pochi minuti dopo il terzo sparo partirà dalla sua caserma della Pace, e percorrerà tutto il Corso per quindi immediatamente ritornare alla caserma stessa, ove giunti, si darà la Mossa ai cavalli barberi per le carriere”. La sfilata degli Ussari prevede una spettacolare cavalcata per le vie rinascimentali del paese, coi cavalieri partecipanti vestiti con abiti caratteristici del diciannovesimo secolo. Negli ultimi anni con lo stop alle Corse a Vuoto, la Cavalcata degli Ussari è stata effettuata in versione ridotta: con l’approvazione del decreto Martini, anche i cavalli guidati dagli Ussari avrebbero dovuto galoppare su terra. In attesa dell’ok del comune per adempiere alle nuove leggi, i cavalieri hanno solamente sfilato per le vie della città, senza la consueta galoppata che da sempre accompagna le Corse a Vuoto. Dalla prossima edizione delle Corse a Vuoto dunque, gli Ussari ritorneranno alla consueta sfilata, e alla spettacolare galoppata, che da secoli accompagna le tradizioni del paese di Ronciglione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *